fbpx


Sono 7 milioni le aziende agricole in Europa sostenute dai pagamenti diretti della Pac.

Una conferma del ruolo cruciale che svolgono gli aiuti della Pac per gli agricoltori italiani emerge dall’ultima indagine svolta dall’equipe di Angelo Frascarelli, agronomo dell’Università di Perugia.

L’analisi si poggia sui dati forniti dalla Rete di informazione contabile agricola (RICA), un database comunitario molto utile, progettato per conoscere la situazione economica dell'agricoltura europea e programmare e valutare gli effetti della Pac.

«Uno studio su un campione di 10.305 aziende italiane – spiega Frascarelli – mette in evidenza come l’attuale Pac incida per circa il 27% sul reddito netto delle aziende, tenendo conto dei pagamenti diretti e di quelli a superficie (misura 10 “Agroambiente”, misura 11 “Agricoltura biologica” e misura 13 “Indennità compensativa”)».

Se per le aziende ortofloricole, la Pac e il secondo pilastro hanno un’incidenza sul reddito di appena l’1%, per chi fa seminativi l’incidenza è significativa, con un impatto del 53% sul reddito netto. 

Anche per i settori zootecnici la Pac svolge un ruolo di rilievo, con percentuali superiori al 30% del reddito netto.

A livello regionale l’incidenza della Pac varia in modo significativo. Si passa dall’8% del Trentino al 63% dell’Umbria, passando per il 10% di Liguria e 12% dell’Alto Adige, fino ad arrivare al 49% in Val d’Aosta e 54% in Calabria.

In Piemonte e Lombardia la Pac ha un’incidenza molto alta sui redditi dei seminativi, arrivando a coprire dal 66 all’83%, evidenziando come la maggior parte dei redditi agricoli dipenda proprio dai finanziamenti comunitari. 

«Se la Pac scomparisse - riporta Frascarelli -  anche le coltivazioni di cereali, oleaginose e proteoleaginose rischierebbero di scomparire».

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Continuando la navigazione sul sito, scorrendo la pagina, oppure cliccando sui collegamenti di questo sito, accetti l'utilizzo dei cookies da parte del sito web.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy