fbpx


30 milioni di euro l’ammontare del fondo messo a disposizione da Ismea per imprese agricole e pesca.

La rapidità di erogazione e la ridotta burocrazia hanno già sollecitato oltre 7.500 richieste per la cambiale agraria.

Si tratta, infatti, di un prestito, e non di un contributo a fondo perduto, di massimo 30 mila euro a impresa, erogato da Ismea in tempi record.

La procedura consiste in: domanda, istruttoria di una settimana, firma di persona, erogazione del prestito direttamente in conto corrente, il giorno stesso della firma.

Infatti, qualora la domanda per la cambiale venisse accettata (Ismea comunicherà in ogni caso l'esito) si riceverà l'invito ad andare a Roma per la firma in presenza.

Spostamento che va tenuto, dunque, in considerazione per il repentino e positivo esito del prestito.

Se invece l'agricoltore non potesse in assoluto andare a Roma, lì si creerebbe un vero problema. 

“L'eventualità di non poter firmare a Roma - ha aggiunto Raffaele Borriello, direttore di Ismea, in un intervento in diretta live - comporta ritardi e la responsabilità della spedizione della cambiale sarebbe a carico dell'imprenditore. C'è poi la necessità di firmare alla presenza di un notaio. Stiamo ancora cercando di capire come gestire la documentata impossibilità di venire in sede a firmare”.

Resta da capire se tutti i documenti siano in regola.

Il direttore di Ismea ha specificato, infatti, che il dato relativo alle 7.500 richieste riguarda chi ha compilato la domanda online.

Non sono però ancora arrivate all'istituto le richieste via Pec e i documenti.

E per essere conteggiati fanno fede proprio i documenti inviati tramite Pec.

Lo spoglio delle richieste potrebbe dunque riaprire le porte a nuove domande da parte di altri agricoltori.

D’altra parte, la cambiale agraria non è l'unico strumento finanziario a disposizione delle aziende agricole, soprattutto in questo periodo di emergenza.

Ogni martedì e giovedì alle ore 15:00, Ismea ha attivato un comodo filo diretto con gli imprenditori che, collegandosi alla piattaforma Zoom, possono porre domande specifiche e risolvere i dubbi, parlando con gli esperti dell'istituto di tutto ciò che riguarda le possibilità di finanziamento.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Continuando la navigazione sul sito, scorrendo la pagina, oppure cliccando sui collegamenti di questo sito, accetti l'utilizzo dei cookies da parte del sito web.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy