fbpx


Si apre così la quarta edizione della Banca nazionale delle terre agricole, promossa da Ismea al fine di favorire l’inserimento dei giovani in agricoltura.

L’obiettivo, infatti, resta ancora lontano.

Sebbene negli ultimi anni il numero di aziende agricole a conduzione giovanile sia aumentato, il tasso di ricambio generazionale resta ancora piuttosto basso.

In Europa ogni cento proprietari d’azienda con più di 65 anni si calcolano trentadue giovani imprenditori agricoli. In Italia il dato scende a diciannove, e secondo le ultime stime oltre 300mila aziende agricole nostrane prevedono un capo azienda con più di 65 anni.

L’iniziativa voluta da Ismea intende favorire l’imprenditoria giovanile attraverso alcune facilitazioni.

Ai giovani imprenditori agricoli under 41 è concessa infatti la possibilità di pagare il prezzo del terreno (fino al 100% del valore a base d'asta) ratealmente, con rate semestrali o annuali, per un periodo massimo di trenta anni.

Peraltro, la procedura di vendita è stata ulteriormente semplificata.

Dopo l'invio della manifestazione di interesse telematica, si può partecipare alla procedura di vendita, presentando una propria offerta economica. 

La fase di vendita ha alcune importanti novità

  • incremento del numero complessivo dei tentativi di vendita da tre a quattro; 
  • la possibilità, per i terreni al quarto incanto, di presentare offerte libere sia in rialzo che in ribasso rispetto al valore a base d'asta, con un valore minimo al di sotto del quale la vendita non può avere luogo fissato nella misura del 35% del valore a base d'asta; 
  • rimane invece confermato il ribasso del 25% del prezzo a base d'asta per i terreni al secondo e terzo tentativo. 
  • Infine, l'estensione dei termini per la presentazione della manifestazione di interesse passa da sessanta a novanta giorni.

Dei 624 terreni in vendita a partire dal 9 giugno, 335 sono al primo tentativo di vendita, 93 al secondo tentativo, 115 al terzo e 81 al quarto. 

Dalla sua fondazione nel luglio 2016 fino ad oggi, la Banca nazionale delle terre agricole ha messo in vendita 530 terreni per un totale complessivo di 15.478 ettari.

Il futuro dell’agricoltura è nelle mani dei giovani

Lo sottolinea anche il ministro Patuanelli, invitato a partecipare all’iniziativa.

“L’agricoltura 5.0 va costruita ma ci sono gli strumenti. È un'opportunità che ha tante gambe per svilupparsi.”

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Continuando la navigazione sul sito, scorrendo la pagina, oppure cliccando sui collegamenti di questo sito, accetti l'utilizzo dei cookies da parte del sito web.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy